L' Ateopensiero

Andare in basso

L' Ateopensiero

Messaggio Da elima il Gio 17 Set 2015 - 15:01

Sulla scala di Dawkins sono classificata : Ateo Debole e ovviamente c'è un perché.
Ci sono delle cose dell'ateopensiero che poco digerisco: se incontro nella foresta un unicorno e non ho con me una macchina fotografica l'unicorno non esiste.
Voglio dire: non c'è neanche il beneficio del dubbio.
Mi sembra che l'Ateo tout-court non abbia un atteggiamento realmente scientifico ( apro l'ombrello: shit ): la negazione di quello che non si vede o che non è scientificamente provato non ci avrebbe mai portato a studi importanti, come ad esempio quello sulle stringhe, e saremmo ancora alla geometria euclidea.
Il prendere in considerazione, almeno come spunto di indagine, dell'improbabile mi sembra un atteggiamento molto più sano.
Un mio professore di disegno industriale, Daniele Bedini, si accompagnava e teneva lezioni con un Ufologo, non uno da niente, ma tra i fondatori del progetto SETI (ormai chiuso se non sbaglio) e mi sono sorbita "vaneggiamenti" su prove degli alieni nel mahabaratra, piramidi ed altro degni di Peter Kolosimo, ma queste persone sono quelle che hanno progettato le stazioni spaziali e le attrezzature per l'esplorazione su Marte!!
Entro i limiti di un sano scetticismo rimango in un atteggiamento agnostico nei confronti di qualsiasi fenomeno apparentemente inspiegabile e mi rifiuto di scrollarmi le spalle e dire "bubbole", pur non accettando spiegazioni mistiche mi pongo nei confronti di fenomeni "miracolosi" pensando a chi doveva trovare magico o divino il magnetismo.

_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....
avatar
elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: L' Ateopensiero

Messaggio Da SergioAD il Gio 17 Set 2015 - 19:19

Questa della violenza alle idee è assurda, sapendo che l'umanità è venuta su e viene su ancora adesso col suo lato irrazionale che poi è il senso della coscienza di se, dell'essere che sa di esistere - intendo la tua necessità di aprire l'ombrello come discutere di metodo scientifico con chi ha solo un vaga idea di cosa si tratta.

Se dovessi definire un Dio con cui stabilire un ateismo debole allora vale quanto pensare delle cose di cui non si sapeva nulla e di cui oggi si ha la conoscenza. Tra la mancanza di conoscenza e Dio in questo modo non c'è poi tanta differenza.

Anche la posizione agnostica, che sarebbe la mia posizione formale, lo è per me per il fatto che ogni probabilità cade tra lo 0 e il 1, estremi esclusi ovvero "no certo=0" e "si certo=1". Poi feci un calcolo per fare 36 volte 6 coi dadi e venne un numero - ma poi pensare che se esiste una combinazione che non è mai avvenuta allora la probabikità che accada tenderà a 0 ma essa comunque sarà maggiore di zero.

Oggi va più dire "disegno intelligente" e confrontare quello con le religioni conosciute. Anche qui qualunque idea di Dio deriva da quello che abbiamo imparato e quello che abbiamo imparato è ancora meno probabile - dalla magia, alla mitologia, fino a giungere al secolarismo come evoluzione del Cristianesimo per indicare il massimo grado di civiltà raggiunto dall'uomo.

Dire di essere stati creati non significa avere conoscenza di una dimensione che per noi ancora non esiste e che per quello che sappiamo sarà la comunità scientifica, fisici, biologi o comunque i metodi interdisciplinare verificabili a poter "codificare" l'insegnamento di quello che si è scoperto nelle scuole.

Allora si, avere il piacere di vedere l'unicorno rosa pesa quanto una scoperta scientifica che deve ancora avvenire. Dico anche che insegnare questo effetto va bene ma, basare e spendere delle risorse della vita per una ipotetica esistenza dell'unicorno rosa invece no.

La verità è che più si assegna veridicità a Dio e più si permette che egli pesi sulle cose che non conosciamo.

Ora devo dire che il lato oscuro  del peccatore (nel mio caso le peccatrici) è intrigante e accettato come può essere la trasgressione... capisci a me.

Non rileggo  - se ci sono errori vorrò correggerli se me lo permetterete o voi "atei liberi".

SergioAD


Messaggi : 889
Data d'iscrizione : 06.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: L' Ateopensiero

Messaggio Da elima il Ven 18 Set 2015 - 11:06

Le probabilità di un'esistenza di un dio unico sono talmente vicine allo zero che possiamo coscienziosamente accettarlo come tale, ma la teoria dei mondi paralleli ci potrebbe far pensare ad esseri paradimensionali o transdimensionali che potrebbero apparire quali divinità, folletti, fate o chi più ne ha più ne metta, ma anche la nostra limitata percezione dello spettro luminoso e acustico ci potrebbe far presupporre l'esistenza di esseri che si muovono al di fuori del nostro spettro di percezione.
Se qualcuno volesse dedicare la vita alla ricerca scientifica delle fate potrebbe porre un tassello i più alla nostra conoscenza, se non altro come "ricaduta".
L'importante per me è mantenere una mente aperta.

_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....
avatar
elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: L' Ateopensiero

Messaggio Da SergioAD il Ven 18 Set 2015 - 14:29

Elima,

Sono due cose quelle che dici, la bassa probabilità di un'esistenza delle divinità così come sono state concepite dagli umani nei secoli e che ci fosse una ricerca scientifica dedicata alle divinità e/o agli esseri sopranaturali come fate, folletti, etc.

Relativamente alla probabilità dell'esistenza di quel Dio sta nelle discussioni tra atei e creazionisti, razionalisti e irrazionalisti - pacatamente, rabbiosamente o violentemente. Cose che anche noi abbiamo fatto e probabilmente faremo ancora.

Riguardo allo studio e la ricerca sulle divinità, credo che il 7% degli scienziati affermati siano cedente e lo fanno come invitano le sacre scritture a trovare Dio oltre che con la fede anche con la ragione, come diceva Sant'Agostino e non solo lui.

Esseri che si muovono al di fuori della fascia di percezione di altri ci sono già. Quelli più vicino a noi sono le scimmie Bonobo. Con loro abbiamo in comune oltre 98% del DNA ma lo stato di coscienza tra noi ed i bonobo a noi appare incolmabile.

Se ci fossero degli esseri che avessero la stessa differenza negli stati di coscienza tra gli umani ed i bonobo ma nel verso opposto ovvero, superiore a quello degli umani, la distanza parrebbe incolmabile e immaginiamo in modo esponenziale.

Gli scienziati, oltre quel 7% di cui sopra, soddisfano la loro sete di conoscenza per trovare soluzioni e se dovesse accadere di scoprire il sopranaturale allora sarebbe un effetto collaterale o per casualità perché nella ricerca scientifica Dio è irrilevante.  

Però anche le religioni hanno seguito la linea del progresso e si sono evolute. I cristiani moderni sono davvero diversi rispetto a quelli dei secoli passati - risulta che la soggettività dei credenti diversifica la definizione della stessa fede e dei credenti.

Di fatto, se formalmente sono agnostico, dal punto di vista pratico sono antiteista perché se il medioevo è stato importante per l'umanesimo e per la scoperta di una società più equa, il potere della chiesa ha frenato significativamente il progresso scientifico.

SergioAD


Messaggi : 889
Data d'iscrizione : 06.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: L' Ateopensiero

Messaggio Da elima il Ven 18 Set 2015 - 16:40

E su tutto questo non ci piove.

- Mamma da chi discendiamo?
- Da Adamo ed Eva.
- Ma papà dice che discendiamo dalle scimmie !!
- La famiglia di tuo padre... !!!
clown

_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....
avatar
elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: L' Ateopensiero

Messaggio Da SergioAD il Ven 18 Set 2015 - 17:36

Zia, perché non hai figli?


Perché la cicogna non me l'ha portati.

Potevi cambiare uccello!

SergioAD


Messaggi : 889
Data d'iscrizione : 06.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: L' Ateopensiero

Messaggio Da admin il Dom 20 Set 2015 - 1:43

Condivido lo spirito generale.
Mi pare che l'ateopensiero forte di cui parli tenda a confondere l'applicazione del rasoio di Occam come discrimine pratico tra due teorie scientifiche con lo stesso potere esplicativo(il che è roba da tutti i giorni anche per uno statistico ad esempio) con l'idea che questo principio abbia un valore metafisico, ovvero che effettivamente possa negare l'esistenza di qualcosa, il che è assurdo, o andrebbe ulteriormente giustificato(la scienza appunto non nega niente, lavora per induzione).

Chiaro, ai termini pratici può essere anche utile come atteggiamento, perché alla fine nella pratica di tutti i giorni vivere come se le cose fossero il più semplice possibile ha anche senso(fino ad un certo punto ma non voglio andare OT).

OT:
Comunque non tirerei in ballo le famose stringhe, che a quanto sento sembrano iniziare a creare qualche dubbio, in quanto da un pò di tempo a questa parte la fisica sembra essere stata invasa da matematici puri che tentano di craccare la realtà lontano dagli esperimenti, e a distanza di anni alcuni stanno iniziando a farsi delle domande.

admin


Messaggi : 1584
Data d'iscrizione : 30.12.13

http://ateismoeliberta.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: L' Ateopensiero

Messaggio Da SergioAD il Dom 20 Set 2015 - 11:16

Tommy the Cat ha scritto:Condivido lo spirito generale.
Mi pare che l'ateopensiero forte di cui parli tenda a confondere l'applicazione del rasoio di Occam come discrimine pratico tra due teorie scientifiche con lo stesso potere esplicativo(il che è roba da tutti i giorni anche per uno statistico ad esempio) con l'idea che questo principio abbia un valore metafisico, ovvero che effettivamente possa negare l'esistenza di qualcosa, il che è assurdo, o andrebbe ulteriormente giustificato(la scienza appunto non nega niente, lavora per induzione).

Chiaro, ai termini pratici può essere anche utile come atteggiamento, perché alla fine nella pratica di tutti i giorni vivere come se le cose fossero il più semplice possibile ha anche senso(fino ad un certo punto ma non voglio andare OT).

OT:
Comunque non tirerei in ballo le famose stringhe, che a quanto sento sembrano iniziare a creare qualche dubbio, in quanto da un pò di tempo a questa parte la fisica sembra essere stata invasa da matematici puri che tentano di craccare la realtà lontano dagli esperimenti, e a distanza di anni alcuni stanno iniziando a farsi delle domande.

Chi non è di estrazione tecnica e chi non ha una mente tecnica (non è un peccato non essere tecnici anche), sceglie quello che gli piace sulla base di una ragionevolezza tendente emozionale ma anche alcuni tecnici lo fanno - l'ateo forte definito nella scala di Dawkins non esiste formalmente ma solo praticamente.

Tiriamo in ballo quello che vuole l'utenza (anche e stringhe) tutto finché ci sono contributi, non è che possiamo temere la mancanza di conoscenza o l'attribuzione dell'ignoto a Dio.

In un sito mi hanno azzittito quando ho relazionato la genitorialità alla legge dei matrimoni dello stesso sesso... mamma mia quella volta! Non mi hanno fatto parlare.

Invece a me intriga il comportamento bizzarro dei fotoni e eventuali dimensioni addizionali connesse allo spaziotempo ma, si fa bene a lasciare Dio fuori in caso si percepissero attributi associabili a Dio stesso - se capite quello che intendo.

Infine, i matematici non possono craccare la realtà lontano dagli esperimenti (gli manca anche il senso dell'approssimazione) ma possono fare tutte le domande che vogliono...

SergioAD


Messaggi : 889
Data d'iscrizione : 06.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: L' Ateopensiero

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum