Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

Charlie e il rimbalzo della fede

Pagina 9 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da jessica il Gio Gen 22 2015, 10:49

delega e tifo.
avatar
jessica

Messaggi : 616
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da delfi68 il Gio Gen 22 2015, 11:58

ah! ..si potrebbe sembrare, io ne sto fuori allora. sorry Jess! è che tu c'hai le spalle grosse non credevo di infastidire.. wink ma non è carino sto modo. Non sapevo avesse anche un nome!!

comq messaggio ricevuto, wink

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da jessica il Gio Gen 22 2015, 12:22

tranquillo.
mi prostro davanti al tuo impegno votivo!
avatar
jessica

Messaggi : 616
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da delfi68 il Gio Gen 22 2015, 12:56

fuma

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da alberto il Gio Gen 22 2015, 13:18

io faccio una bella entrata a cazzum ho letto tutto (quasi) avete tutti ragione la mia proposta è:

nessun limite.

la blasfemia non esiste.

a me quella battuta (per me lo è) di Luttazzi aveva fatto ridere, l'avevo tradotta con "mi immagino un po' di potenti che a me stanno antipatici in una situazione indecorosa e me li figuro meno vincitori e al mio livello di sconfitto base".

le leggi che ci sono sono cambiabili e affrontabili, c'è un parlamento apposta per questo. lo so, vi ho sorpreso!
al momento ci sono queste. gli atti e i gesti di singoli e/o testate giornalistiche ecc. sono soggetti a quelle leggi, di volta in volta. una cosa per cui si moriva 500 anni fa (e, geograficamente spostati, anche oggi) adesso causa un risarcimento danni, a volte una censura, a volte scuse pubbliche, a volte... niente. sparare a uno per delle vignette per me = 500 anni fa.
succedono dei fatti per cui la legislazione appare inadeguata/insufficiente/ecc? se ne parla e semmai la si cambia. sarebbe il vivere assieme.

spoiler (finto): dopodiché, se la legge è fatta come si deve, cioè riguardante il generale partendo dal caso particolare, avverto: io non voglio più sentire un solo tocco di campana (estremizzo come esempio di cosa può portare la filosofia del "ceffone pugno (sorry errore di citazione!) a chi offende la madre").

il resto lo fa il pubblico, che compra o non compra un giornale se gli piace o se non gli piace. cosa facciamo sennò, chiudiamo tutti gli "oggi", "verissimo", "gente", "chi"... (in coro: Sììììììììììììììììììììì)?

a me quei giornali "offendono" ma pazienza, non si può piacere a tutti e il mondo che abbiamo intorno non deve essere tutto come piace a me.

si esagera? ci pensa la legge. non le mitragliette, non la paura della libertà che vorrebbe limiti ovunque con la scusa del buon senso. a colpi di buon senso accenderemmo il fuoco con due legnetti.
avatar
alberto


Messaggi : 845
Data d'iscrizione : 31.12.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da jessica il Gio Gen 22 2015, 14:02

@alberto ha scritto:io faccio una bella entrata a cazzum ho letto tutto (quasi) avete tutti ragione la mia proposta è:

nessun limite.

la blasfemia non esiste.

a me quella battuta (per me lo è) di Luttazzi aveva fatto ridere, l'avevo tradotta con "mi immagino un po' di potenti che a me stanno antipatici in una situazione indecorosa e me li figuro meno vincitori e al mio livello di sconfitto base".

le leggi che ci sono sono cambiabili e affrontabili, c'è un parlamento apposta per questo. lo so, vi ho sorpreso!
al momento ci sono queste. gli atti e i gesti di singoli e/o testate giornalistiche ecc. sono soggetti a quelle leggi, di volta in volta. una cosa per cui si moriva 500 anni fa (e, geograficamente spostati, anche oggi) adesso causa un risarcimento danni, a volte una censura, a volte scuse pubbliche, a volte... niente. sparare a uno per delle vignette per me = 500 anni fa.
succedono dei fatti per cui la legislazione appare inadeguata/insufficiente/ecc? se ne parla e semmai la si cambia. sarebbe il vivere assieme.

spoiler (finto): dopodiché, se la legge è fatta come si deve, cioè riguardante il generale partendo dal caso particolare, avverto: io non voglio più sentire un solo tocco di campana (estremizzo come esempio di cosa può portare la filosofia del "ceffone pugno (sorry errore di citazione!) a chi offende la madre").

il resto lo fa il pubblico, che compra o non compra un giornale se gli piace o se non gli piace. cosa facciamo sennò, chiudiamo tutti gli "oggi", "verissimo", "gente", "chi"... (in coro: Sììììììììììììììììììììì)?

a me quei giornali "offendono" ma pazienza, non si può piacere a tutti e il mondo che abbiamo intorno non deve essere tutto come piace a me.

si esagera? ci pensa la legge. non le mitragliette, non la paura della libertà che vorrebbe limiti ovunque con la scusa del buon senso. a colpi di buon senso accenderemmo il fuoco con due legnetti.
la pensi cosi perché sei un coglione a cui piace farsi cagare in bocca
avatar
jessica

Messaggi : 616
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da alberto il Gio Gen 22 2015, 14:11

:sad:
perché sei cattiva con me?
ora mi tocca spararti... sorriso
avatar
alberto


Messaggi : 845
Data d'iscrizione : 31.12.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da Akka il Gio Gen 22 2015, 15:00

questa era uscita su un giornale egiziano qualche anno fa, contestassima, tutti sdegnati, condanna trasversale



dopo i fatti di parigi diventa accettable? prima non lo era? perchè?

e se charlie hebdo avesse pubblicato qualcosa tipo



saremmo a parlare di difesa della libertà o di attacco di cattivo gusto, gratuito ed immotivato?
avatar
Akka

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da alberto il Gio Gen 22 2015, 16:43

per me è lecito pubblicarle.
poi se in un paese è reato dare a qualcuno del nazista, il vignettista ne paga le conseguenze.
se nella seconda neteniau (le acca mettetecele voi!) si sente vilipeso querelerà il vignettista.
non voglio vietare al vignettista di esprimersi, sennò si farebbe prima a vietare la satira.
avatar
alberto


Messaggi : 845
Data d'iscrizione : 31.12.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da delfi68 il Gio Gen 22 2015, 17:36

@jessica ha scritto:
@alberto ha scritto:io faccio una bella entrata a cazzum ho letto tutto (quasi) avete tutti ragione la mia proposta è:

nessun limite.

la blasfemia non esiste.

a me quella battuta (per me lo è) di Luttazzi aveva fatto ridere, l'avevo tradotta con "mi immagino un po' di potenti che a me stanno antipatici in una situazione indecorosa e me li figuro meno vincitori e al mio livello di sconfitto base".

le leggi che ci sono sono cambiabili e affrontabili, c'è un parlamento apposta per questo. lo so, vi ho sorpreso!
al momento ci sono queste. gli atti e i gesti di singoli e/o testate giornalistiche ecc. sono soggetti a quelle leggi, di volta in volta. una cosa per cui si moriva 500 anni fa (e, geograficamente spostati, anche oggi) adesso causa un risarcimento danni, a volte una censura, a volte scuse pubbliche, a volte... niente. sparare a uno per delle vignette per me = 500 anni fa.
succedono dei fatti per cui la legislazione appare inadeguata/insufficiente/ecc? se ne parla e semmai la si cambia. sarebbe il vivere assieme.

spoiler (finto): dopodiché, se la legge è fatta come si deve, cioè riguardante il generale partendo dal caso particolare, avverto: io non voglio più sentire un solo tocco di campana (estremizzo come esempio di cosa può portare la filosofia del "ceffone pugno (sorry errore di citazione!) a chi offende la madre").

il resto lo fa il pubblico, che compra o non compra un giornale se gli piace o se non gli piace. cosa facciamo sennò, chiudiamo tutti gli "oggi", "verissimo", "gente", "chi"... (in coro: Sììììììììììììììììììììì)?

a me quei giornali "offendono" ma pazienza, non si può piacere a tutti e il mondo che abbiamo intorno non deve essere tutto come piace a me.

si esagera? ci pensa la legge. non le mitragliette, non la paura della libertà che vorrebbe limiti ovunque con la scusa del buon senso. a colpi di buon senso accenderemmo il fuoco con due legnetti.
la pensi cosi perché sei un coglione a cui piace farsi cagare in bocca

senza emoticon, questo è un post da richiamo..o mi sfugge qualcosa?

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da delfi68 il Gio Gen 22 2015, 17:38

Charlie ha fatto più satira sugli ebrei che su tutti gli altri messi assieme.

il fondatore di C.H. ha persino dichiarato che lui, sul muro del pianto ci farebbe una pisciata..

non sono così all'avanguardia in egitto..

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da Tommy the Cat il Gio Gen 22 2015, 17:40

Credo jessica stesse facendo riferimento in maniera scherzosa alla roba di Luttazzi e Berlusconi/amici. sorriso
avatar
Tommy the Cat


Messaggi : 1566
Data d'iscrizione : 30.12.13

http://ateismoeliberta.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da delfi68 il Gio Gen 22 2015, 17:41

credo. infatti segnalavo che magari un emoticon avesse potuto aiutare chi magari sta leggendo da poco il forum o non conosce gli utenti..

messo cosi, nudo e crudo non è che propriooooo...

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da jessica il Gio Gen 22 2015, 18:30

@alberto ha scritto::sad:
perché sei cattiva con me?
ora mi tocca spararti... sorriso
esercitavo il mio diritto di espressione totale... boh (ma ho letto un po' di fretta dal cell, forse ti riferivi solo alla satira?)

@delfi68 ha scritto:senza emoticon, questo è un post da richiamo..o mi sfugge qualcosa?
no, hai perfettamente ragione, lo è. e l'ho messo apposta senza emoticon. naturalmente (per come mi immagino che sia alberto) non mi aspettavo da lui risposte di tenore diverso rispetto a quella che ha dato. speravo però in qualche altro utente... ma vabè, l'esca era troppo evidente... shit
comunque, si diceva, da regolamento è sanzionabile. è quindi il vostro regolamento improntato alla censura della libera espressione?
boh lo sai benissimo come va a finire in un forum se non metti regole non tanto su quello che si può dire (che comunque esistono apologie di nazismi e robe varie) ma quanto su come lo puoi dire e lasci la legge della giungla (e qualche volta anche se le metti).
perchè non deve valere anche in grande?
(no vabè, non è una domanda per te, non voglio farti rompere il voto)

@delfi68 ha scritto:Charlie ha fatto più satira sugli ebrei che su tutti gli altri messi assieme.
il fondatore di C.H. ha persino dichiarato che lui, sul muro del pianto ci farebbe una pisciata..
non sono così all'avanguardia in egitto..
però è anche vero che un vignettista è stato licenziato con accuse di antisemitismo (tra l'altro per aver scritto una roba moooolto più leggera di tante immagini che girano)
avatar
jessica

Messaggi : 616
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da airava il Gio Gen 22 2015, 18:33

ecco cosa si son scordati di mettere quelli di Charlie.... le emotions fuma
avatar
airava

Messaggi : 462
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da Fux il Gio Gen 22 2015, 20:36

@jessica ha scritto:è quindi il vostro regolamento improntato alla censura della libera espressione?
È improntato alla libertà di esprimere le idee e allo stesso tempo al dovere di rispettare le persone e la loro dignità. sorriso

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da jessica il Gio Gen 22 2015, 22:18

@Fux ha scritto:
@jessica ha scritto:è quindi il vostro regolamento improntato alla censura della libera espressione?
È improntato alla libertà di esprimere le idee e allo stesso tempo al dovere di rispettare le persone e la loro dignità. sorriso
mi pare cosa buona e giusta e non capisco perché questo concetto non si debba estendere anche al resto della società
avatar
jessica

Messaggi : 616
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da Hara il Gio Gen 22 2015, 22:45

@jessica ha scritto:
@Fux ha scritto:
@jessica ha scritto:è quindi il vostro regolamento improntato alla censura della libera espressione?
È improntato alla libertà di esprimere le idee e allo stesso tempo al dovere di rispettare le persone e la loro dignità. sorriso
mi pare cosa buona e giusta e non capisco perché questo concetto non si debba estendere anche al resto della società

Sì, ma non facciamo casino

Gli dei non possono sentirsi diffamati o insultati  e i personaggi pubblici giustamente non godono delle stesse tutele del signor Mario Rossi.

La questione si può porre se ti senti insultato in quanto appartenente a una categoria (i biondi sono cretini, gli ebrei sono usurai, e coloro il cui nome comincia con la J sono delle emerite).
E' qui che iniziano i distinguo,  se disegno una vignetta nella quale la trinità fa il trenino manco di rispetto alle persone e alla loro dignità? A me parrebbe di no. Ma se disegno il luridi pedofili sionisti con le mani coperte di sangue o i negri scimmieschi e puzzolenti?

Qui mi comincia il non lo so
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da delfi68 il Gio Gen 22 2015, 23:39

no, jessica..

un conto è dare del coglione ad alberto o ad amidh o a karim, un conto è far figurare delle coglionate le cose coglione che dicono..

gli islamici, come tutti i religiosi, si inerpicano in strade tortuose fatte di paradossi e cazzate logiche grandi come case. Su quello si fa satira.

non sul sig. Amehd o Farah che di lavoro fanno il contadino fuori Mossul.

Il tuo post è sanzionabile, se invece avessi evidenziato delle coglionate scritte da alberto no.

..daltronde cosi come io posso criticare certe tue idee e cercare di farci anche ironia sopra non posso scrivere semplicemente che sei una zoccola. Non fa ridere, non è probabilmente vero, non ha attinenze con la critica di qualche tuo ragionamento paradossale o evidentemente confutato in maniera oggettiva.

..quindi non si insulta alberto, si può far satira sulle sue idee. Regola semplice e chiara.
Non si insulta primaverino, ma si può far satira e ironia sulla sua buffa abitudine di credere negli spirti che "sente" solo lui..

è un discorso davvero scassacazzo il tuo, certe volte ti impunti con sofismi inutili e senza nessuna possibilità di trovare uno spunto pratico che credo lo faccia solo per puro e semplice divertimento senza che nemmeno tu ci credi.

come si chiama questo gioco?
..boh..esperimento del nemo?

Comunque sia, non vedo l'ora di fare "l'ignorante" e bannare Jessica che comincia a dare del coglione a tutti!!! clown clown clown yeah yeah yeah

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da jessica il Ven Gen 23 2015, 00:41

@delfi68 ha scritto:no, jessica..
un conto è dare del coglione ad alberto o ad amidh o a karim, un conto è far figurare delle coglionate le cose coglione che dicono..
gli islamici, come tutti i religiosi, si inerpicano in strade tortuose fatte di paradossi e cazzate logiche grandi come case. Su quello si fa satira.
non sul sig. Amehd o Farah che di lavoro fanno il contadino fuori Mossul.
Il tuo post è sanzionabile, se invece avessi evidenziato delle coglionate scritte da alberto no.
..daltronde cosi come io posso criticare certe tue idee e cercare di farci anche ironia sopra non posso scrivere semplicemente che sei una zoccola. Non fa ridere, non è probabilmente vero, non ha attinenze con la critica di qualche tuo ragionamento paradossale o evidentemente confutato in maniera oggettiva.
..quindi non si insulta alberto, si può far satira sulle sue idee. Regola semplice e chiara.
Non si insulta primaverino, ma si può far satira e ironia sulla sua buffa abitudine di credere negli spirti che "sente" solo lui..
è un discorso davvero scassacazzo il tuo, certe volte ti impunti con sofismi inutili e senza nessuna possibilità di trovare uno spunto pratico che credo lo faccia solo per puro e semplice divertimento senza che nemmeno tu ci credi.
come si chiama questo gioco?
..boh..esperimento del nemo?
Comunque sia, non vedo l'ora di fare "l'ignorante" e bannare Jessica che comincia a dare del coglione a tutti!!! clown clown clown yeah yeah yeah
non sono affatto inutili. sull'essere impuntata si... in effetti finchè non ricevo una risposta soddisfacente io continuo a piacimento...
ma se invece di partire per la tangente a pensare quello che jessica sta pensando avessi letto quello che jessica ha scritto, avresti letto ad es. che
[che non si possa denigrare] l'ho sostenuto da qualche parte per la religione in particolare? io voglio capire da te (visto che ci sei tu) se esistono dei limiti a quello che si può dire (religione o meno), chi li decide e come li facciamo rispettare.

boh
quando parlavamo di ferrara, santanchè e previti o della mamma di random, dove eri? allora (mi spiace per alberto) il post sanzionabile non è stato affatto gratuto, ma anzi utile. siamo arrivati a persone no, idee si.
quindi ferrara, previti, mamma ... no.
oppure in qualche caso si?
religione, sport, ideologia politica ...si.

c'è un altro passo, l'appartenenza a gruppi, sta circa a metà... razza? ceto sociale? orientamento sessuale?
fare le vignette sui gay malati?
sui negri sottosviluppati?
...ni?


@Hara ha scritto:
@jessica ha scritto:
@Fux ha scritto:
È improntato alla libertà di esprimere le idee e allo stesso tempo al dovere di rispettare le persone e la loro dignità. sorriso
mi pare cosa buona e giusta e non capisco perché questo concetto non si debba estendere anche al resto della società
Sì, ma non facciamo casino
Gli dei non possono sentirsi diffamati o insultati  e i personaggi pubblici giustamente non godono delle stesse tutele del signor Mario Rossi.
La questione si può porre se ti senti insultato in quanto appartenente a una categoria (i biondi sono cretini, gli ebrei sono usurai, e coloro il cui nome comincia con la J sono delle emerite).
E' qui che iniziano i distinguo,  se disegno una vignetta nella quale la trinità fa il trenino manco di rispetto alle persone e alla loro dignità? A me parrebbe di no. Ma se disegno il luridi pedofili sionisti con le mani coperte di sangue o i negri scimmieschi e puzzolenti?
Qui mi comincia il non lo so
eh, che era quello che chiedevo 3 pagine fa, ma amen.
quindi ebrei pedofili non so.
preti pedofili? beh immagino che i più siano per il si, perchè quelli pedofili lo sono per davvero (quanti?)
e allora ebrei assassini? facciamo decidere ai filopalestinesi o ai destroidi?
avatar
jessica

Messaggi : 616
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da random il Ven Gen 23 2015, 00:48

@Hara ha scritto:se disegno una vignetta nella quale la trinità fa il trenino manco di rispetto alle persone e alla loro dignità?

Perché? E se invece fosse un’ottima occasione per una lezione di teologia? Per esempio:


mgreen mgreen
avatar
random

Messaggi : 167
Data d'iscrizione : 19.11.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da Hara il Ven Gen 23 2015, 01:19

Bene Jessica,  epperó mica ho capito la tua posizione.

Stavolta lo chiedo io a te: tu come la vedi?

Come sarebbe giusto regolarsi?  Qual è il tuo convincimento?
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da joker il Ven Gen 23 2015, 06:13

@Hara ha scritto:Bene Jessica,  epperó mica ho capito la tua posizione.

Stavolta lo chiedo io a te: tu come la vedi?

Come sarebbe giusto regolarsi?  Qual è il tuo convincimento?

A dire il vero Hara mi sembra di non aver letto idee chiare da parte di nessuno, se non a grandi linee.
La posizione di Fux, assolutamente condivisibile, deve però essere testata nei casi specifici (vedasi gli esempi di Jessica) per vedere se il concetto generale funziona anche nel particolare.
Alla fine, come sempre succede, si è costretti ad interpretare la legge, dove essa è lacunosa o poco chiara, per adattarla al caso specifico, e chi lo fa (persone o istituzioni) sarà comunque sempre influenzato da molti fattori come cultura di appartenenza, periodo storico, fatti contingenti, coglioni girati perché c'ha le corna, salcazzo...
Il terreno è scivoloso, è facile cadere. Ma parlarne, anche come fa Jessica (facendo la classica punta al cazzo clown ), è la cosa migliore da fare, per quanto sono convinto che non si possa arrivare ad una soluzione oggettiva condivisa.
avatar
joker

Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da SergioAD il Ven Gen 23 2015, 07:15

Delle argomentazioni di questo tema quella più forte è la libertà d'opinione, gli altri sono lo scontro tra culture (le loro moralità) e la soglia di sopportazione (civilizzazione specifica secolarista).


  • Charlie è libero di mischiare quello che per altri di fatto è sacro col profano;

  • Il contesto diviene l'imbarazzo di questi altri;

  • Infine, questo è il contesto della satira;

Le regole sono gli usi e costumi e leggi del luogo dove accade, vedi negazione del proselitismo e garanzia per tutti i credi.

La libertà di reagire degli altri ed il livello di intensità seguono le stesse regole del luogo dove accade ma anche del contesto in cui accade - lo sappiamo e siamo consapevoli anche del livello di imbarazzo.

Non sono in discussione il provocatore Charlie, il garantista Ahmed o i terroristi martiri islamici – si può “je suis” uno o l'altro o gli altri ancora perché c'è lo spazio per tutti come ha fatto Ferrara.

Ma è così?

L'Italia è in allerta, sono stati resi disponibili dei fondi, aumentati i controlli e se ci avete fatto caso alcuni media non usano il termine terroristi ma dicono islamisti – fate una prova con Google.

A questo punto avrete anche notato le teorie della cospirazione e ce ne sono di fatti strani ma per aver garantito le risorse alle forze dell'ordine e d'intorni forse ne siamo sinceramente soddisfatti.

Esiste il buonsenso anche per fare satira e questo si discute solo se si capisce questo altrimenti si da ragione (ma anche torto) senza capire. Quello a cui ci mettete l'acca non querela ma risponde.

Mi piace includere il messaggio di Alberto per mettere l'acca.
@alberto ha scritto:per me è lecito pubblicarle.
poi se in un paese è reato dare a qualcuno del nazista, il vignettista ne paga le conseguenze.
se nella seconda neteniau (le acca mettetecele voi!) si sente vilipeso querelerà il vignettista.
non voglio vietare al vignettista di esprimersi, sennò si farebbe prima a vietare la satira.

SergioAD

Messaggi : 883
Data d'iscrizione : 06.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da delfi68 il Ven Gen 23 2015, 09:58

Cara jessica, se il mio gioco si chiamava quello di rasp e minsky, il tuo si chiama quello della gatta presuntuosa.

credi che il possesso di indiscusse qualità culturali e strumentali dialettiche ti possa far risultare sempre vincente o almeno mai perdente grazie al sofismo?


Jessica io sono alto 1.75!
no, non è vero.
Si lo sono.
Dimostramelo..


e alla fine vuoi dimostrare che non posso affermare di essere alto 1.75 per via del principio di non-località, citandomi Heisenberg e la meccanica quantistica..


Jessica cara, secondo me ancora non hai chiaro un concetto: Cultura e intelligenza non sono indipendenti e utilizabili senza la maturità.

non t'offendere ma quando uno ricorre al sofismo e al riduzionismo non puotendo utilizzare altre argomentazioni pur di NON perdere o per il semplice gusto di dimostrare che qualunque posizione di partenza in un dibattito è difendibile fino all'estremo a prescindere dai contenuti e dalle validità, è un'evidenza di scarsa maturità.

non sei una gatta, e i tuoi interlocutori non sono topi.

non puoi usare la fisica sub atomica per misurare l'altezza di una persona..

non serve arroccarti nel sofismo per insistere che non capisci ciò che ti voglio dire..

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Charlie e il rimbalzo della fede

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 9 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum