sul papa e altre disgrazie.

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Andare in basso

sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da delfi68 il Sab 29 Mar 2014 - 19:00

E' cambiato il segretario della Conferenza episcopale Italiana lo sapete no..anche il Papa è cambiato
Bene, anzi male..

le linee guida della CEI no!

Roma, 28 mar. (LaPresse) - "Nell'ordinamento italiano il vescovo, non rivestendo la qualifica di pubblico ufficiale né di incaricato di pubblico servizio, non ha l'obbligo giuridico - salvo il dovere morale di contribuire al bene comune - di denunciare all'autorità giudiziaria statuale le notizie che abbia ricevuto in merito ai fatti illeciti oggetto delle presenti Linee guida". Così si legge nel documento, reso noto oggi dalla Conferenza episcopale italiana, sulle linee guida degli abusi sessuali. Eventuali informazioni su un procedimento giudiziario canonico, quindi, possono essere richieste dall'autorità giudiziaria "ma non possono costituire oggetto di un ordine di esibizione o di sequestro". "Nell'ordinamento italiano il vescovo - si sottolinea ancora nelle linee guida - non rivestendo la qualifica di pubblico ufficiale, né di incaricato di pubblico servizio, non ha l'obbligo giuridico - salvo il dovere morale di contribuire al bene comune - di denunciare all'autorità giudiziaria statuale le notizie che abbia ricevuto in merito ai fatti illeciti".
"Quando il Vescovo abbia notizia di possibili abusi in materia sessuale nei confronti di minori ad opera di chierici sottoposti alla sua giurisdizione", prosegue il documento della Cei, "spetta al prudente discernimento del Vescovo la scelta di informare o meno il chierico delle accuse e di adottare eventuali provvedimenti nei suoi confronti affinché si eviti il rischio che i fatti delittuosi ipotizzati si ripetano, ferma restando la presunzione di innocenza fino a prova contraria". Il vescovo, si legge ancora "deve innanzitutto procedere ad espletare gli accertamenti di carattere strettamente preliminare, affidando il relativo incarico, qualora fosse ritenuto giusto ed opportuno, a persona idonea di provata prudenza ed esperienza e curando di tutelare al meglio la riservatezza di tutte le persone coinvolte".

non sono pubblici ufficiali ma hanno agevolazioni diplomatiche, uno stato estero che li gestisce, protegge, occulta..non lavorano, se non di lingua..e adesso si conferma il loro dogma: il pedofilo è una minaccia prima di tutto per l'immagine della chiesa e non per i minori, quindi la linea guida è PRUDENZA e RISERVATEZZA..e le indagini, anzichè la polizia le farebbe una persona fiducia del vescovo..

affidando il relativo incarico, qualora fosse ritenuto giusto ed opportuno, a persona idonea di provata prudenza ed esperienza e curando di tutelare al meglio la riservatezza

MERDEEE!!!

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da airava il Sab 29 Mar 2014 - 19:34

il povero Bergoglio starà cominciando a realizzare che è più pericolosa la Città del Vaticano di giorno che La Boca di notte, con un rolex al polso
avatar
airava

Messaggi : 462
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da delfi68 il Sab 29 Mar 2014 - 20:19

..stava x mettere mano allo ior, ma assomiglia un po ai politici nostrani, tante chiacchere ma poi lascia tutto com'è..


_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da delfi68 il Sab 29 Mar 2014 - 20:33


_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da airava il Sab 29 Mar 2014 - 21:06

ho sentito dire che gli piace il caffè.....
in fondo è meglio andarci coi piedi di piombo prima di intossicarsi col piombo  mgreen 
avatar
airava

Messaggi : 462
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da delfi68 il Dom 30 Mar 2014 - 12:03

risata risata risata risata risata 

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da Fux il Sab 12 Apr 2014 - 10:55

"Il diavolo c'è. Anche nel secolo XXI!". Parola del nostro modernissimo e amato pontefice...

http://it.radiovaticana.va/news/2014/04/11/il_papa:_il_diavolo_c%E2%80%99%C3%A8_anche_nel_xxi_secolo,_impariamo_dal_vangelo/it1-789843

 asd

Fux

Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da Hara il Dom 13 Apr 2014 - 14:24

Oggi il papa ha affidato la croce ai giovani polacchi ma, voglio dire, dopo i nazisti, la russia, wojtyla e la crisi economica, almeno questa non gliela poteva risparmiare? ma, non si dice che dio è amore?



 mgreen 
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da Lyallii il Dom 13 Apr 2014 - 14:49

Ma la croce è una grazia non lo sapevi???

_________________
Il mio zito virtuale è fuxino, il mio amante geloso è akka!
 cuori
avatar
Lyallii


Messaggi : 2626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da Hara il Dom 13 Apr 2014 - 14:52

@Lyallii ha scritto:Ma la croce è una grazia non lo sapevi???

Vedo  smile 

Spoiler:
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da Lyallii il Dom 13 Apr 2014 - 14:55

Come si suol dire, alla fin fine... Meglio lui che io!  mgreen 

Ma non scordare che grazie al fatto che il figlio di dio è stato crocifisso che noi saremo salvati, lui è morto per noi, per salvarci dai nostri peccati.

_________________
Il mio zito virtuale è fuxino, il mio amante geloso è akka!
 cuori
avatar
Lyallii


Messaggi : 2626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da Hara il Dom 13 Apr 2014 - 15:09

Amen sorella, amen sadic 
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da Fux il Dom 13 Apr 2014 - 18:10

@Lyallii ha scritto:lui è morto per noi, per salvarci dai nostri peccati.
Nessuno glielo ha chiesto. sadic 

Fux

Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da Lyallii il Dom 13 Apr 2014 - 19:13

Ma lui legge nei nostri cuori, non c'è bisogno che chiediamo niente, lui sa già quali sono i nostri desideri!

_________________
Il mio zito virtuale è fuxino, il mio amante geloso è akka!
 cuori
avatar
Lyallii


Messaggi : 2626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da Fux il Lun 14 Apr 2014 - 12:58

“Come in Bosnia per le donne violentate la gravidanza è un dovere”

Il cardinale Sgreccia: “Non si gioca con la vita, non si uccide una persona Il nascituro va amato e protetto come un membro della famiglia”

http://www.lastampa.it/2014/04/13/italia/cronache/come-in-bosnia-per-le-donne-violentate-la-gravidanza-un-dovere-Sl105ubje5TESRwMmAuu3J/premium.html

 vomito

Fux

Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da joker il Lun 14 Apr 2014 - 13:27

Il cardinale Sgreccia, in considerazione dell'inutilità della sua persona e dell'associazione che rappresenta, dovrebbe spiegare quale peso possa avere la sua dichiarazione in tema di figli e famiglia, di cui non ha esperienza diretta.
Inoltre sarebbe utile anche sapere a quale famiglia si riferisce.

Condivido il  vomito
avatar
joker

Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da Mix il Lun 14 Apr 2014 - 15:08

@joker ha scritto:Il cardinale Sgreccia, in considerazione dell'inutilità della sua persona e dell'associazione che rappresenta, dovrebbe spiegare quale peso possa avere la sua dichiarazione in tema di figli e famiglia, di cui non ha esperienza diretta.
Inoltre sarebbe utile anche sapere a quale famiglia si riferisce.

Condivido il  vomito
Di solito nei miei discorsi non metto mai in risalto le caratteristiche fisiche delle persone, indipendenti dalla loro volontà, ma stavolta la battuta ci sta tutta:
NON basta la sua faccia?
pericolo!:

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da Lyallii il Lun 14 Apr 2014 - 15:21

Signore pietà!

_________________
Il mio zito virtuale è fuxino, il mio amante geloso è akka!
 cuori
avatar
Lyallii


Messaggi : 2626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da Fux il Sab 19 Apr 2014 - 10:01

Predicatore del Papa: scandalose le mancate rinunce agli stipendi d'oro

Invece le mancate rinunce a otto per mille, esenzioni fiscali e contributi statali ad attività e associazioni religiose vanno bene, naturalmente... diffidente 

Fux

Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da Mazda il Sab 19 Apr 2014 - 10:38

Roma, 28 mar. (LaPresse) - "Nell'ordinamento italiano il vescovo, non rivestendo la qualifica di pubblico ufficiale né di incaricato di pubblico servizio, non ha l'obbligo giuridico - salvo il dovere morale di contribuire al bene comune - di denunciare all'autorità giudiziaria statuale le notizie che abbia ricevuto in merito ai fatti illeciti oggetto delle presenti Linee guida".
...
affidando il relativo incarico, qualora fosse ritenuto giusto ed opportuno, a persona idonea di provata prudenza ed esperienza e curando di tutelare al meglio la riservatezza


a pensarci è davvero pazzesco.

sti qua si credono in diritto e dovere di insegnare la morale e poi fanno discorsi così tra loro?
salvo il dovere morale di contribuire al bene comune... praticamente salvo il dovere religioso della carità, che è il primo comandamento per loro... una contraddizione assurda e inaccettabile.

se si prende la loro guida morale, il discorso della montagna, testo molto apprezzato e praticato coerentemente anche da un gandhi, si leggono cose come:

"Sia invece il vostro parlare sì, sì; no, no; il di più viene dal maligno."

"Non giudicate, per non essere giudicati; perché col giudizio con cui giudicate sarete giudicati, e con la misura con la quale misurate sarete misurati. Perché osservi la pagliuzza nell'occhio del tuo fratello, mentre non ti accorgi della trave che hai nel tuo occhio? O come potrai dire al tuo fratello: permetti che tolga la pagliuzza dal tuo occhio, mentre nell'occhio tuo c'è la trave? Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e poi ci vedrai bene per togliere la pagliuzza dall'occhio del tuo fratello."


ma basta soltanto:
"Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge ed i Profeti."

è chiaro che chiunque vorrebbe sapere se il proprio figlio o nipote o conoscente viene violentato da un sacerdote...
di cosa stanno parlando quindi?

come fanno a prendersi per il culo così?

ma nessuno gli dice nulla?


ancora più evidente:
"Gesù cominciò a dire anzitutto ai discepoli: «Guardatevi dal lievito dei farisei, che è l'ipocrisia. Non c'è nulla di nascosto che non sarà svelato, né di segreto che non sarà conosciuto. Pertanto ciò che avrete detto nelle tenebre, sarà udito in piena luce; e ciò che avrete detto all'orecchio nelle stanze più interne, sarà annunziato sui tetti."


è incredibile come persone possano aver letto mille volte un libro, dirsi discepoli di un maestro spirituale, invitare a seguirlo, e fare esattamente il contrario nella cosa più importante, il cuore della legge, la trasparenza, la compassione, la verità, che tanto nominano e calpestano.


inoltre nel leggere i vangeli si nota chiaramente una cosa: quando si nomina uno dei futuri primi "vescovi", ossia un apostolo, questo fa sempre cose sbagliate, che però non vengono nascoste, ma lo si sputtana chiaramente in pubblico, anche se è il "papa" futuro, pietro.

qui lo chiama soltanto satana...
In quel tempo, Gesù cominciò a dire apertamente ai suoi discepoli che doveva andare a Gerusalemme e soffrire molto da parte degli anziani, dei sommi sacerdoti e degli scribi, e venire ucciso e risuscitare il terzo giorno.
"Ma Pietro lo trasse in disparte e cominciò a protestare dicendo: "Dio te ne scampi, Signore; questo non ti accadrà mai". Ma egli, voltandosi, disse a Pietro: "Lungi da me, satana! Tu mi sei di scandalo, perché non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini!"."


qui fan la figuraccia degli ambiziosi:
Giunsero a Cafàrnao. Quando fu in casa, chiese loro: «Di che cosa stavate discutendo per la strada?». Ed essi tacevano. Per la strada infatti avevano discusso tra loro chi fosse più grande. Sedutosi, chiamò i Dodici e disse loro: «Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti».
E, preso un bambino, lo pose in mezzo a loro e, abbracciandolo, disse loro: «Chi accoglie uno solo di questi bambini nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato».
Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare. Guai al mondo per gli scandali! È inevitabile che avvengano scandali, ma guai all'uomo per colpa del quale avviene lo scandalo!
...
Se il tuo fratello commette una colpa, va' e ammoniscilo fra te e lui solo; se ti ascolterà, avrai guadagnato il tuo fratello; se non ti ascolterà, prendi con te una o due persone, perché ogni cosa sia risolta sulla parola di due o tre testimoni. Se poi non ascolterà neppure costoro, dillo all'assemblea



normalmente nel vangelo quando si riporta una frase di un apostolo e proprio per riportare un errore corretto... quindi perchè ora i loro successori fanno i riservati?
non dovrebbero perlomeno essere più esigenti con se stessi che con gli altri?


ma come è possibile una simile incoerenza, ipocrisia?
negli atti degli apostoli, un libro che racconta i primi anni dopo la morte di gesù, l'inizio della chiesa, sta scritto:
La Chiesa apostolica e la Chiesa primitiva subito così intesero e così praticarono. Negli Atti si dice che “molti di coloro che avevano creduto venivano a confessare e a manifestare quanto avevano fatto" (At 19,18). Giacomo nella sua lettera pone questa esortazione: “confessate l'uno all'altro i vostri peccati e pregate gli uni per gli altri, affinché siate guariti" (5,16).
...
Gli scarsi documenti che abbiamo dei primi secoli ci parlano abbastanza largamente di una penitenza, pubblica che includeva, però, anche il riconoscimento del proprio peccato, soprattutto se peccato pubblico. Autorevoli studiosi ritengono che fosse in uso, fin da allora, anche l'accusa aperta.


boh...
secondo me questa cosa non dovrebbe essere accettata, e dico soprattutto per un cristiano.
o sbaglio?




un cristiano non dovrebbe presentarsi dal suo vescovo e chiedere spiegazioni e pretendere che venga cambiato quella direttiva?

tu cosa ne dici primaverino?
e gli altri più o meno credenti del forum?
avatar
Mazda

Messaggi : 513
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da Jael il Sab 19 Apr 2014 - 14:39

@Fux ha scritto:Predicatore del Papa: scandalose le mancate rinunce agli stipendi d'oro

Invece le mancate rinunce a otto per mille, esenzioni fiscali e contributi statali ad attività e associazioni religiose vanno bene, naturalmente... diffidente 
ma loro lo usano per fare il bene comune, loro che davvero lo sanno cos'è il bene comune...
avatar
Jael

Messaggi : 1037
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da primaverino il Sab 19 Apr 2014 - 14:47

@Jael ha scritto:
@Fux ha scritto:Predicatore del Papa: scandalose le mancate rinunce agli stipendi d'oro

Invece le mancate rinunce a otto per mille, esenzioni fiscali e contributi statali ad attività e associazioni religiose vanno bene, naturalmente... diffidente 
ma loro lo usano per fare il bene comune, loro che davvero lo sanno cos'è il bene comune...

Ottopermille, esenzioni fiscali e contributi alle associazioni (non solo quelle religiose, peraltro) andrebbero a mio parere inserite in un piano di revisione generale della fiscalità.

Relativamente alla domanda di Masada (che io di chiamarlo Mazda non ne voglio sapere, mannaggia a Calabi...) mi meraviglio persino che mi sia stata posta.
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da Fux il Sab 19 Apr 2014 - 15:25

@Jael ha scritto:
@Fux ha scritto:Predicatore del Papa: scandalose le mancate rinunce agli stipendi d'oro

Invece le mancate rinunce a otto per mille, esenzioni fiscali e contributi statali ad attività e associazioni religiose vanno bene, naturalmente... diffidente 
ma loro lo usano per fare il bene comune, loro che davvero lo sanno cos'è il bene comune...
Ah, giusto, scemo io che non ci ho pensato. asd 

Fux

Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da delfi68 il Lun 21 Apr 2014 - 14:51

eeecazzo..


_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da Fux il Sab 26 Apr 2014 - 14:17

Roncalli e Wojtyla santi: cronache dal Medioevo

Con il denaro pubblico non solo si finanzia un evento destinato a pochi, ma si avalla un messaggio universale di disprezzo verso il progresso e la scienza.

Cecilia M. Calamani
venerdì 25 aprile 2014 10:23

Alla vigilia della doppia canonizzazione, che renderà santi i già beati Angelo Roncalli e Karol Wojtyla, il sindaco romano Marino prevede un esborso dalle casse comunali di circa otto milioni di euro, assicurando che lo straordinario gettito non si tradurrà in nuove tasse a carico dei cittadini della capitale. Comunque la si metta, si tratta di soldi pubblici tolti ad altre spese e destinati a finanziare un evento che riguarda solo una parte della popolazione italiana, i fedeli ortodossi, a loro volta solo una parte di quelli che si professano cattolici. Perché tutto ciò non scandalizzi come dovrebbe l'opinione pubblica, media inclusi, è uno dei misteri italiani. Cosa succederebbe, per assurdo, se i pastafariani, gli adepti del parodistico culto di adorazione dello Spaghetto volante, organizzassero in piazza del Popolo una spaghettosa cerimonia con i fondi comunali? La risposta è scontata. Tutti i culti hanno pari dignità per lo Stato italiano, ma uno è più "dignitoso" degli altri. Il problema però non è solo il finanziamento di un evento riservato a pochi con i soldi della collettività. Sommerso dai risvolti logistici e folcloristici della doppia canonizzazione, che riporterà Roma dal terzo millennio dritta al Medioevo, c'è un aspetto ancor più sconcertante: il messaggio antiscientifico che il processo di canonizzazione contiene endemicamente in sé. E che viene trasmesso urbi et orbi con il sostegno economico delle istituzioni pubbliche.

Ci vogliono almeno due miracoli ufficialmente riconosciuti per essere proclamati santi dalla Chiesa di Roma. Nel caso particolare, si tratta di due guarigioni "inspiegabili" attribuite a Wojtyla e una a Roncalli, quest'ultimo esentato dal riconoscimento del secondo miracolo pro gratia, una facoltà riservata al pontefice in carica per accelerare i tempi di canonizzazione. Una guarigione viene ritenuta miracolo dalla Chiesa quando una commissione di medici (cattolici, neanche a dirlo) afferma che non se ne intravedono spiegazioni razionali. A questo punto il tutto passa all'approvazione di teologi, vescovi e cardinali che, di fronte alla parola della "scienza", ufficializzano la soprannaturalità dell'evento. Naturalmente non sono Roncalli o Wojtyla ad aver guarito le tre persone, ma dio stesso tramite l'intercessione dei due papi. I quali, una volta santi, potranno essere ufficialmente venerati dai fedeli affinché intercedano per la loro salute e per quella dei propri congiunti.

Cosa ci sia di diverso da chi promette guarigioni miracolose bevendo bicarbonato o indossando un amuleto magico non si capisce. Eppure, questi ultimi sono ritenuti ciarlatani e nessuna istituzione pubblica si sognerebbe di finanziarli. Ma il peggio del messaggio antiscientifico deve ancora arrivare. Il fatto che un fenomeno, di qualsiasi natura, risulti "inspiegabile" significa poco o nulla se non che le conoscenze scientifiche del momento non ne consentono la giusta interpretazione. Si sta parlando, è ovvio, di eventi ripetibili del cui accadimento c'è prova. Un esempio su tutti è quello della superconduttività, un fenomeno fisico che permette il passaggio di corrente elettrica senza dissipazione in alcuni materiali. Osservato fin dall'inizio del Novecento, fu scientificamente spiegato solo cinquant'anni più tardi. In ambito medico succede lo stesso: le guarigioni "inspiegabili" del cattolicesimo in realtà sono catalogate come "spontanee". Un motivo ci sarà, ma non lo si conosce. E d'altronde, al contrario della fisica, in medicina c'è un elemento ulteriore, per lo più ancora sconosciuto, che complica il tutto: la psiche. Basti solo pensare agli effetti benefici del placebo, ufficialmente accettati dalla comunità scientifica mondiale.

E torniamo alla fede. Coincidenza (o credenza) vuole che quando una guarigione spontanea riguarda un fervente credente, magari raccolto in adorazione di un'immagine come le tre donne "salvate" dai due papi, allora si tratta di miracolo. Il che offende la scienza e il suo metodo, ne scredita l'attendibilità e soprattutto induce a pensare che la terapia medica sia solo la triste alternativa all'intervento divino (o all'amuleto, o al bicarbonato, o alla congiuntura astrale). E tutto ciò il 27 aprile arriverà nelle case delle persone in diretta nazionale da piazza san Pietro, finanziato da denaro pubblico.
La libertà di culto (superstizione inclusa) è un diritto inviolabile di ogni persona, ci mancherebbe. Ma non può diventare pubblica offesa al progresso e alla scienza. O almeno non in nome, e con i soldi, di uno Stato laico.

Cecilia M. Calamani

Fonte

Fux

Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Torna in alto Andare in basso

Re: sul papa e altre disgrazie.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum